Menu principale:

Alberto Attilio Sala

Cerca

Vai ai contenuti

Risotto All'Arancia

My Stuff > Le Mie Ricette > Primi

"RISOTTO ALL'ARANCIA"


RICETTA
1. 320 g. di riso da risotti
2. 4 Arance
3. 2 Cipolle
4. 2 gambi di sedano
5. Brodo Vegetale
6. Burro
7. Sale e Pepe

COSA FARE
Mondare e tagliare a fettine le cipolle ed il sedano.
Mondare e tagliare alla julienne la carota.
Spremere le arance e recuperare la buccia di un'arancia, quindi tagliarla a dadini.
Sciogliere in una casseruola una noce di burro abbondante e rosolare le cipolle, la carota ed il sedano per 7 minuti mescolando.
Unire il succo d'arancia e la buccia grattuggiata e mescolare per 1 minuto.
Aggiungere il riso; fargli assorbire il succo d'arancia e portarlo alla cottura unendo il brodo bollente necessario, mestolo dopo mestolo.
Regolare il tutto con sale e pepe, lega con 1 noce di burro e servi.

SUGGERIMENTI PER LA PORTATA
Attenzione con la regolazione del brodo, a noi piace che il riso sia leggermente morbido e che i chicchi si parlino fra di loro ossia bisogna ricordarsi che i singoli chicchi non sono dei cavalieri solitari che camminano nel piatto per i fatti solo ma devono legare in modo omogeneo.

I COMMENTI DEL BUON GUSTAIO...!!!
Si abbina bene con un vino rosso secco dall'aroma non necessariamente agressivo.
Il gusto del piatto è ovviamente abbastanza particolare e non adatto a tutti i palati tradizionali quindi è consigliabile degustarlo ascoltando un pezzo un pò leggero come "L'armonia" dall'Album "VIAGGIO CONTRO VENTO" che trovate nella pagina relativa di questo sito...anche per tentare di armonizzare i sapori ed i ricordi che questo piatto vi trasmette.

ALCUNI TRUCCHI
Se volete rendere il piatto più ricco e particolare ancora rispetto a quanto già non lo sia, pelate al vivo un'altra arancia, eliminando anche le pellicine ed i semini;
quindi taglatela a dadini ed aggiugetela a fine cottura.

QUANDO SI FA.
E' un piatto che abbisogna della vostra ispirazione per una giornata diversa dalle altre in cui volete sperimentare qualcosa di nuovo. E' una portata per tutte le stagioni e che dipende dal vostro umore del momento. Richiede soprattutto serenità, predispozione ed apertura all'agro-dolce della vita quindi se siete un pò nervosi lasciate perdere..!!!
Buona degustazione.!

Alberto Attilio Sala


Home Page | Music History | Video History | Eventi | Emozioni | Fotografie | My Stuff | Lavoro | I Vostri Commenti | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu