Menu principale:

Alberto Attilio Sala

Cerca

Vai ai contenuti

Voglia D'Autunno/Lettera Pesante

Emozioni > Momenti di Prosa

"VOGLIA D'AUTUNNO"

Certe emozioni le vivo meglio da solo
forse non ti ho trovato ancora
o forse ..........sono ancora in volo

e quando arriverai sarò cambiato molto
se non arriverai conserverò il ricordo

cullare grandi sogni mi fa sentire vivo
sentire la tua voce, fissare quella luce ormai mi stanca
è grigio dentro me e non sopporto il sole adesso
Aspettavo li seduto e non sentivo il suo calore
ora voglio solo autunno ascoltare il suo silenzio
ho bisogno di rinascere e capire

cerco un po' di buio chiudo gli occhi e mi sento ancora sveglio
questa parte è terminata voglio stare un poco fermo ad aspettare
è difficile per chi ha sempre voglia di partire

Gioco con la mente continuo a pensare
passo ormai inosservato, cosa cerco veramente
cosa cercano gli altri dentro me
i dubbi fanno parte del dolore che vorrei provare ancora

il sapore delle nebbie più fitte
l'odore della pioggia sull'asfalto
il suo ritratto che si posa su di me e aspetta invano
sensazioni che mi lasciano l'amaro così aspro

ora voglio solo autunno e il suo silenzio
ho bisogno di rinascere e capire

non controllo più la velocità del tempo
sento che perdo dei momenti
per pegrizia ed ignoranza

non seguo più i miei istinti
li soffoco nell'essere comune della gente .................

Alberto Attilio Sala

"LETTERA PESANTE"


Cara R.........
Ho il ricordo di una sera che non dimenticherò mai....
Indimenticabile e pesante taglia in due il mio stomaco ogni volta che ripenso
a quegli istanti......
e mi fa male, trattengo il pianto a stento
è perché non avevo mai amato in quella maniera o forse perché non avevo amato mai..!

Soli in quella stanza così strana e un po' sfumata che di per se era il simbolo dell'addio ad una parte della mia vita.
Vuota e solo colma di musica ed emozioni.
Tu li sdraiata così bella così piena di calore, sexy, ricordo ancora il tuo vestito quella minigonna così corta lasciava intravedere le tue gambe che risaltavano sotto il nero dei collant.
Quel seno dalla forma precisa, morbida, perfetta, la mia mente che mentre ti ascoltavo
infilava la mano fra le tue cosce e accarezzava il pelo morbido, e il mio sesso mi faceva male dal modo in cui era teso. E volevo posare il mio seme caldo dentro la tua fica e sentire il tuo corpo così vicino da poter essere una cosa sola.
Come vorrei tornare indietro nel tempo per possederti perché lo so che ci saresti stata come tutte le altre che sono passate di li, solo che io ti volevo per sempre e non riuscivo ad essere diverso da come sono stato.

Tu non ricorderai più niente, io non ti rivedrò mai più e come in ogni altra fottuta storia sbagliata c'è sempre qualcuno che soffre.
Ogni volta che ripenso e che rivedo le immagini registrate dalla mia mente mi viene voglia di bestemmiare con la cattiveria più assurda.

Tu lo sapevi che ti amavo e sei venuta come amica lo stesso correndo il rischio di spiacevoli finali quasi come avessi pianificato la nostra ultima volta.
Riscrivere mi fa provare un grosso dolore e credo che mi porterò dietro la tua immagine per sempre perché ti sento ancora……

Alberto Attilio Sala

Home Page | Music History | Video History | Eventi | Emozioni | Fotografie | My Stuff | Lavoro | I Vostri Commenti | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu